Pragmatica-mente: coaching e counseling a Bologna

Via Centotrecento, 3

Bologna

Emilia Romagna

40126

051222881

alt="logo" div/>

[COACHING E COUNSELING]_$type=grid$sn=0$rm=0$c=5$cat=0$sr=random$mt=0$show=home

[CORSI ED EVENTI: PNL META E PNL APPS]_$type=ticker$cat=0$show=home$cls=4$c=20$sr=recent

Motivare come Bravehearh!

CONDIVIDI:

Analisi del discorso motivazionale di Bravehearth prima della battaglia.


Bravehearth

Che cosa facciamo, concretamente, quando motiviamo qualcuno? Su quali elementi facciamo leva? Per rispondere a queste domande prenderemo spunto dal film “Bravehearth – cuore impavido” nel quale Mel Gibson interpreta il ruolo del protagonista. Più precisamente, analizzeremo il discorso di Bravehearth prima della battaglia.
Esamineremo questo discorso per evidenziare le abilità linguistiche e di ristrutturazione che il protagonista utilizza per convincere persone che avevano una voglia matta di  tornarsene a casa sani e salvi a rimanere, e a combattere contro gli inglesi.



La motivazione

Affrontando questo tema c’è una cosa che è importante sottolineare per non cadere in fantasie di onnipotenza: non si può persuadere  o motivare chi non ha la disposizione a lasciarsi convincere. Il risultato di un “discorso motivazionale”, come quello che vedremo, non dipende solo dalle abilità di Bravehearth, ma dalla relazione tra lui e i suoi interlocutori, che non sono semplici oggetti passivi.

Nel comunicare, gli esseri umani si modificano e si influenzano a vicenda. Inevitabilmente si producono effetti sull'interlocutore, con cognizione di causa o “per sbaglio”. E, con le cose che diciamo a noi stessi, produciamo effetti su noi stessi. Possiamo senz’altro migliorare i risultati che otteniamo quando ci impegniamo nel motivare qualcuno o nell’auto-motivarci: prendere in esame gli elementi presenti in questo filmato potrà aiutarci.

Bravehearth - il film

Il film “Bravehearth, cuore impavido” racconta la storia, romanzata, del patriota ed eroe nazionale scozzese William Wallace.
William, a seguito di varie vicende, diventa capo della ribellione del suo clan e dell'intera regione contro la dominazione inglese.
Nel 1297 i nobili scozzesi, ormai a conoscenza della vittoriosa ribellione di Wallace, per sfidare gli inglesi si presentano sul campo di battaglia con i propri soldati (in realtà, contadini obbligati a combattere) per negoziare la tregua; ma alla vista dell'imponente esercito inglese, i loro “soldati” si apprestano a squagliarsela.
Proprio in quel momento sopraggiunge Wallace alla testa dei suoi uomini. Qui, fattosi riconoscere definitivamente, William Wallace rivolge ai presenti un discorso.
Nel filmato che segue, William Wallace si rivolge a persone che volevano ritornarsene a casa per aver salva la vita, e le motiva a rimanere e a combattere, mettendola a rischio. Si tratta quindi della rappresentazione di un’interlocuzione estremamente motivante.




Ecco il testo del filmato:

Un soldato: È William Wallace! 

Un soldato: Non può essere, Wallace è più alto!

Un nobile: L’onnipotente dice che sarà una grandiosa battaglia, il fior fiore di Scozia vi partecipa!

Un nobile: Attendo il tuo saluto!

Wallace: Per la vostra presenza su questa campo di battaglia io vi ringrazio.

Un nobile: Questo è il nostro esercito, per unirti ad esso devi porgere omaggio!

Wallace: Io porgo omaggio alla Scozia! E se questo esercito è vostro, perché se ne sta andando?

Un soldato: Non siamo venuti a combattere per loro!

Un soldato: A casa! Gli inglesi sono più di noi

Wallace: Figli di Scozia! Io sono William Wallace!

Un soldato: William Wallace è alto due metri!

Wallace: Si, l’ho sentito dire! E uccide i nemici a centinaia! E se ora fosse qui, distruggerebbe gli inglesi con palle di fuoco dagli occhi, e fulmini tonanti dal culo! Sono io William Wallace, ed ho dinanzi agli occhi un intero esercito di miei compatrioti decisi a sfidare la tirannia! Siete venuti a combattere da uomini liberi ... e uomini liberi siete, senza libertà cosa faremo? Combatterete?

Un soldato: No, non combatterò!

Un soldato: Contro quelli no! fuggiremo! ... e resteremo vivi!!!

Wallace: Certo, chi combatte può morire, chi fugge resta vivo... almeno per un pò ...  agonizzanti in un letto, fra molti anni da adesso, siete sicuri che non sognerete di barattare tutti i giorni che avrete vissuto a partire da oggi, per avere l'occasione, solo un altra occasione, di tornare qui, sul campo, ad urlare ai nostri nemici che possono toglierci la vita, ma non ci toglieranno mai la libertà!

 

La battaglia

I punti forti del discorso

Che cosa rende motivante questo discorso? Che cosa fa, concretamente, William Wallace?

  • Wallace conosce bene i suoi interlocutori e il loro modo di ragionare, conosce la loro avversione verso gli inglesi e il loro desiderio di autonomia. Fa appello a valori profondi condivisi (nel caso specifico, la libertà) e li usa “come leva” (approfondimento: Post sulla Scala dei Valori

  • Mette in gioco tutto se stesso (il suo passato, la sua reputazione, la sua passione). Spesso il “chi lo ha detto” rende più o meno condivisibile il “cosa ha detto”: le caratteristiche attribuite a colui che trasmette il messaggio si ripercuotono sul contenuto trasmesso, rendendolo più o meno condivisibile.

  • D’altro canto, demolisce l’idea mitologica che i soldati hanno di lui: non esistono i superuomini, esistono le persone in carne ed ossa che dedicano se stessi a qualcosa. E’ importante demolire i miti costruiti attorno alla sua persona, perché potrebbero essere utilizzati come alibi (io non sono un superuomo, posso andarmene a casa).

  • Si impegna nello stabilire una relazione tra sé e gli interlocutori, sollecita feedback e obiezioni. Perché fa la domanda: Combatterete?, pur immaginando che in quel momento la risposta sarà negativa? Le obiezioni che non vengono esplicitate sono quelle che produrranno gli effetti peggiori: meglio che vengano tirate fuori.

  • Stabilisce una comunanza, una stretta relazione tra tutti i presenti e se stesso e inoltre supera le divisioni e le “rivendicazioni di potere” in campo (dei nobili di essere al di sopra di lui e delle sue truppe, dei soldati-contadini di non sentirsi dalla stessa parte dei nobili). Le supera, ponendo se stesso e i presenti nella stessa condizione “Figli di Scozia!”, una condizione caratterizzata dal “far parte” di qualcosa di più grande di loro

  • Stimola un senso di urgenza (il momento giusto è ora!).

  • Prefigura scenari futuri specifici e li racconta (in PNL diremmo in modo “sensorialmente basato”). Non si limita a dire: “Se combattete e vincete, in futuro vi troverete bene”; precisa il tempo (fra molti anni da adesso), il contesto (agonizzanti in un letto), le sensazioni di rimpianto che proveranno (siete sicuri che non sognerete di barattare tutti i giorni che avrete vissuto…) . Aggiungendo queste coordinate, gli ascoltatori sono facilitati nel visualizzare la scena, che diventa così molto “reale” e quindi molto motivante.

  • Suggerisce più volte nuovi punti di vista, ristrutturando quelli dei suoi interlocutori:
    • Di fronte all’obiezione A casa! Gli inglesi sono più di noi! (scenari: rimanere o andarsene a casa?) suggerisce altri scenari, avere la libertà o perderla: Siete venuti a combattere da uomini liberi... e uomini liberi siete, senza libertà cosa faremo?
    • fuggiremo e resteremo vivi diventa chi combatte può morire, chi fugge resta vivo... almeno per un po'... è molto diverso.
    • La ristrutturazione finale: oggi puoi decidere, non sei ancora agonizzante in un letto, non stai facendo il bilancio della tua vita, non sei nella situazione di desiderare di tornare qui sul campo e cambiare la tua vita e fare oggi la cosa giusta: la cosa giusta falla ora! Tutti moriremo, è solo questione di quando e di come!

Tutti questi elementi, ben conosciuti in PNL, insegnano  a vedere le cose da un nuovo punto di vista: in questo modo, il punto di osservazione viene arricchito e vengono ampliate le possibilità di azione. Bravehearth, in breve tempo, cambia i punti di vista dei contadini-soldati: fino a quel momento la loro maggiore preoccupazione era scampare alla morte, ma le loro prospettive cambiano in fretta, e si ritrovano animati dall’idea di combattere per una causa giusta e dell’essere fieri di se stessi.


Naturalmente è possibile motivarci solo per obiettivi che siano "ecologici" per noi, ma questo è un altro discorso...


COMMENTI

BLOGGER
.

COACHING E COUNSELING: A COSA SERVONO?$hide=page

Counseling e Coaching non sono Psicoterapia: non servono per "curarsi", ma per imparare nuovi modi di relazionarsi con gli ostacoli che si incontrano. Aiutiamo le persone a:

  • formulare e raggiungere obiettivi
  • aumentare l'autostima e la fiducia in se stessi
  • gestire stress ed emozioni
  • superare conflitti interiori e prendere decisioni
  • gestire i conflitti interpersonali
  • aumentare il benessere personale
  • ritrovare un senso nella vita e nel lavoro
  • superare momenti difficili
  • migliorare le relazioni interpersonali
  • migliorare le performance professionali
  • aumentare la produttività
  • proseguire il percorso di evoluzione e crescita nella propria vita personale o professionale
Nome

ACT e Mindfulness,13,coaching e crescita professionale,26,counseling e crescita personale,31,eventi e news,26,PNL,25,PNL Apps,13,PNL Meta,16,problem solving e obiettivi,20,
ltr
item
Pragmatica-Mente: coaching e counseling a Bologna : Motivare come Bravehearh!
Motivare come Bravehearh!
Analisi del discorso motivazionale di Bravehearth prima della battaglia.
https://4.bp.blogspot.com/-WrkMwI83tas/VNTvZIMFJaI/AAAAAAAABao/ujmFPEw7-k0/s400/Bravehearth-min.png
https://4.bp.blogspot.com/-WrkMwI83tas/VNTvZIMFJaI/AAAAAAAABao/ujmFPEw7-k0/s72-c/Bravehearth-min.png
Pragmatica-Mente: coaching e counseling a Bologna
http://www.pragmatica-mente.com/2015/01/motivazione.html
http://www.pragmatica-mente.com/
http://www.pragmatica-mente.com/
http://www.pragmatica-mente.com/2015/01/motivazione.html
true
6354308452151375362
UTF-8
Loaded All Posts Not found any posts TUTTI I POST Leggi di più Rispondi Cancella la risposta Delete By Home PAGES POSTS Tutti i Post POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: ARGOMENTI ARCHIVE SEARCH ALL POSTS Non trovato nessun post Torna alla Home Domenica Lunedi Martedi Mercoledi Giovedi Venerdi Sabato Dom Lun Mar Mer Gio Ven Sab Gennaio Febbraio Marzo Aprile Maggio Giugno Luglio Agosto Settembre Ottobre Novembre Dicembre Gen Feb Mar Apr Maggio Giu Lug Ago Set Ott Nov Dic proprio ora 1 minuto fa $$1$$ minutes ago 1 ora fa $$1$$ hours ago Ieri $$1$$ days ago $$1$$ weeks ago più di 5 settimane fa Followers Follow THIS CONTENT IS PREMIUM Please share to unlock Copy All Code Select All Code All codes were copied to your clipboard Can not copy the codes / texts, please press [CTRL]+[C] (or CMD+C with Mac) to copy