[COACHING E COUNSELING]_$type=grid$count=5$m=0$sn=0$rm=0$show=home$source=random $ct=0

Per raggiungere gli obiettivi evitate questi errori!

Per raggiungere i nostri obiettivi è fondamentale formularli in modo corretto, altrimenti non possono essere raggiunti.

 
Goal!


La prima cosa da fare nel percorrere la strada del raggiungimento degli obiettivi è formularli in modo corretto. 


La formulazione degli obiettivi viene trattata un po’ su tutti i libri di Crescita Personale e Professionale: spesso leggiamo che un obiettivo deve essere SMART, dove SMART è un acronimo che dovrebbe designare le caratteristiche di un obiettivo efficace.


Dallo SMART agli obiettivi ben formati in PNL


SMART sta per Specifico, Misurabile, Accettato o Attuabile o Adeguato,  Realistico o Raggiungibile o Responsabilizzante, Temporizzato. Insomma, dello SMART  esistono varie versioni, con vari significati a seconda di chi lo utilizza. A volte i significati attribuiti all'acronimo sono poco comprensibili (cosa significa obiettivo adeguato?).

I criteri dello SMART sono, a nostro avviso, generici e insufficienti. Hanno però il merito di veicolare il messaggio che stabilire un obiettivo non è una cosa da prendere sottogamba, e risulta più efficace seguire determinate regole.
Gli obiettivi sono uno degli argomenti base della PNL. Un obiettivo è "ben formato" in PNL quando:

  • è espresso in termini positivi;
  • è sotto la responsabilità  di chi se lo pone
  • è verificabile / misurabile
  • è specificato il tempo che ci vorrà a raggiungerlo
  • è sensorialmente basato
  • è ecologico e salvaguarda i vantaggi dello stato presente

Da leggere: 
Superare gli ostacoli nel raggiungimento degli obiettivi
Il TOTE: un modello PNL del comportamento efficace
La tecnica dei piccoli passi per raggiungere gli obiettivi 
Lo stato interiore ideale per raggiungere gli obiettivi

In termini positivi

L'obiettivo deve essere formulato, linguisticamente, in termini positivi. Spesso ciò che ci spinge ad agire non è ottenere le cose per noi importanti, ma evitare situazioni per noi spiacevoli. Questo ha a che fare più col non stare male che con lo stare bene.

Al contrario, l'obiettivo deve indicare quello che vogliamo ottenere, non quello che vogliamo evitare o superare. Per cui:
Non voglio essere disoccupato non è accettabile: deve essere riformulato in Voglio trovare un'occupazione, specificata il più possibile.

elefante rosaDel resto, quando andiamo a fare la spesa annotiamo ciò che dobbiamo comprare, non quello che non ci serve e facciamo la spesa per differenza.

Porsi un obiettivo in termini negativi ha un po' lo stesso effetto dell'ingiunzione "Non pensare ad un elefante rosa", il cui risultato è, appunto, pensare ad un elefante rosa. Analogamente, porsi obiettivi in termini negativi comporta il rischio di ottenere proprio ciò che non vogliamo.


Sotto la responsabilità di chi se lo pone

Porsi un obiettivo che non è sotto la nostra responsabilità è un metodo sicuro per rovinarsi la vita. Non è possibile avere l'obiettivo che il proprio figlio si laurei. Per laurearsi occorre studiare, andare a lezione e tante altre cose, che sono sotto la responsabilità del figlio in questione.

Occorre però specificare che molti obiettivi sono in parte sotto la responsabilità di chi se lo pone, ma non del tutto. Un esempio evidente è la vendita: posso essere il miglior venditore che esista, ma se il cliente non ne vuole sapere non riuscirò a raggiungere il mio obiettivo. Quando i nostri obiettivi sono di questo genere occorre distinguere bene tra
  • i risultati che voglio ottenere e 
  • le azioni che metterò in campo per ottenerli. 
Quindi ci concentreremo sulle azioni, che dipendono interamente da noi, e non sui risultati che possono dipendere o essere influenzati da altre persone e da vari fattori, tra cui il caso.

Verificabile - Misurabile

Il sogno di ogni PNLista è un obiettivo misurabile, che permette con facilità di progettare una procedura di verifica. Per esempio, raggiungere il peso forma è un obiettivo misurabile.

misurabilità

Qualora l'obiettivo non fosse misurabile, deve però essere verificabile. In altre parole, devo sapere con certezza se e quando avrò raggiunto l'obiettivo. Laurearsi è un obiettivo non misurabile, ma certamente verificabile.

Al contrario, raggiungere una buona armonia con i colleghi non è misurabile né verificabile, anche perché "armonia" è un termine astratto. No saprò mai se ho raggiunto "una buona armonia", a meno che non abbia stabilito degli indicatori specifici e concreti, rendendo così l'obiettivo verificabile.



Linguaggio specifico e concreto


La misurazione è il primo passo che conduce al controllo e al miglioramento. Se qualcosa non è misurabile, non è valutabile e comprensibile. Se non si può capire, non si può controllare. Se non si può controllare, non si può migliorare. (H. James Harrington)

Specificato il tempo

Il tempo è una componente della misurabilità degli obiettivi. Un obiettivo può essere misurato dal punto di vista

  • della quantità
  • della qualità
  • del tempo.

Il tempo, la scadenza, è un elemento così fondamentale che merita una trattazione separata.
Un obiettivo è un sogno con una data di scadenza (Steve Smith)
Non è la stessa cosa raggiungere il peso forma in sei mesi o in sei anni.
Specificare la scadenza dell'obiettivo permette inoltre di determinare eventuali step intermedi, progettando il raggiungimento dei sub-obiettivi dando anche ad essi una scadenza.

Obiettivi “sensorialmente basati”

Cosa significa che l’obiettivo, o meglio la sua rappresentazione, sia “sensorialmente basata”? Il linguaggio «sensorialmente basato» è caratterizzato dall’utilizzo di termini:
  • che riguardano immagini (visivi),
  • che riguardano suoni e parole (auditivo),
  • che riguardano sensazioni (cenestesico),
  • e dall’assenza di concetti astratti (come «successo», «armonia», «comunicazione», ecc.).
La nostra mente lavora tanto meglio quanto più l’obiettivo è specifico dal punto di vista sensoriale.  Per ottenere una formulazione sensorialmente basata, è sufficiente rispondere alle domande: qual è l’immagine con cui ti rappresenti il raggiungimento dell’obiettivo? Descrivila. Dove sei? Ci sono altre persone? Si sentono suoni? Ti dici delle cose, c’è un auditivo interno? Che sensazioni ti procura questa immagine e questi suoni?

Ci sono innumerevoli esempi di atleti di eccellenza che hanno basato il loro allenamenti sulla visualizzazione dell'obiettivo raggiunto. La recente scoperta dei neuroni-specchio e i suoi futuri sviluppi chiariranno meglio perché una rappresentazione sensorialmente basata sia così potente. Sappiamo comunque che visualizzando una certa prestazione comprendiamo, inconsciamente, i muscoli e le vie neurali da attivare per riprodurla.

Una rappresentazione sensorialmente basata che procura sensazioni piacevoli costituisce inoltre un’importante fonte di motivazione.
Attenzione: se non si riesce a rappresentarsi sensorialmente un obiettivo, non si riuscirà nemmeno a raggiungerlo.

L'ecologia degli obiettivi

Ma veniamo adesso alla condizione più importante: in PNL si dice che un buon obiettivo è “ecologico”, e questa condizione è fondamentale.

L’ecologia è lo studio degli effetti e delle conseguenze. Un obiettivo è «ecologico» quando si colloca senza conseguenze negative nella nostra vita, senza nuocere a noi, a “parti di noi” o al contesto in cui siamo inseriti.

La maggior parte degli obiettivi che non vengono raggiunti, o il cui raggiungimento presenti comunque problemi non previsti, ad un’analisi attenta si rivelano “non ecologici” per la persona, il gruppo o l’organizzazione che se li era posti.

Un indicatore dell’ecologia di un obiettivo è quando lo desideriamo con tutti noi stessi, perché se alcune parti di noi hanno delle riserve, ne boicotteranno il raggiungimento. Le eventuali perplessità, i conflitti interni, i dubbi vanno quindi risolti e negoziati preliminarmente.

Obiettivi ben formati


Il modello per parti e il principio dell'intenzione positiva in PNL

Ciò che conosciamo di noi è solamente una parte, e forse piccolissima, di ciò che siamo a nostra insaputa. (Luigi Pirandello)

Per spiegare cosa significa “parti di noi” occorre fare riferimento al “Modello per parti”, un modello fondamentale della PNL.

Secondo questo modello, è “come se” una persona non fosse un tutto unico, ma contenesse al suo interno diverse parti, che perseguono istanze diverse, a volte in contraddizione una con l’altra. Queste parti hanno età diverse e una propria “fisionomia”: le abbiamo create in momenti diversi della nostra vita.

Il fatto che le varie parti possano spingere la persona in direzioni tra loro contrastanti è alla base dei conflitti interni. Quante volte diciamo: “Da una parte vorrei fare così, ma d’altra parte vorrei invece…”.

La presenza di un conflitto interiore a proposito di un obiettivo da raggiungere rende il raggiungimento dell'obiettivo molto problematico. In situazioni di questo genere l’idea di una soluzione negoziata (negoziata tra le nostre parti interne) risulta più efficace di una soluzione che privilegi le istanze di una parte di noi stessi a scapito di altre.

Approfondimento:
"Quelle cose chiamate parti" - nota di Gianni Fortunato
Conflitti interiori: come superarli 

Parte integrante del Modello per parti è il Principio dell’intenzione positiva, secondo il quale ogni parte di noi ha, o ha avuto in passato, un’intenzione positiva nei nostri confronti, e questo deve essere sempre tenuto presente.

Una parte responsabile di un certo comportamento, è disposta a rinunciare a quel comportamento solo se viene salvaguardata la sua intenzione positiva.

Per fare un esempio pratico: immaginiamo una persona che non sia abituata a concedersi tregue o riposo. Potrebbe sviluppare una parte che gli procura la febbre quando la stanchezza arriva oltre un certo limite, costringendolo a letto. Questa parte potrà rinunciare a questo comportamento solo quando quella persona riuscirà a soddisfare la sua intenzione positiva, ad esempio, dedicandosi ogni tanto ad un hobby o riposandosi.

parlamento
Per illustrare meglio questa tematica, faremo ricorso alla metafora parlamentare, spesso utilizzata da Mauro Scardovelli: possiamo paragonare il funzionamento di noi stessi ad una repubblica democratica parlamentare, in cui ogni parte deve avere una rappresentanza in Parlamento.

In pratica, questo significa che ogni nostra istanza deve essere riconosciuta e rispettata: è un errore tenere compressa e voler ridurre al silenzio una parte di noi che non ci piace.

Se una parte non ha una sua legittima e riconosciuta rappresentanza "parlamentare", davanti a sé avrà poche opzioni: si darà al terrorismo e al sabotaggio.  

Questo sabotaggio è alla base di molti obiettivi non raggiunti.

Raggiungere un obiettivo: cominciamo a formularlo correttamente


Quindi un obiettivo ben formato deve tenere conto di questi aspetti. Per verificare la buona formazione di un obiettivo, possiamo sottoporlo alla seguente griglia di domande:

Griglia domande


Domande di questo genere possono, a volte, aprire squarci di consapevolezza su noi stessi.

Maria Soldati & Fabrizio Pieroni

COMMENTI

BLOGGER: 2
Il tuo punto di vista per noi è importante!

.

COACHING E COUNSELING A BOLOGNA$hide=home

Counseling e Coaching non sono Psicoterapia: non servono per "curarsi", ma per imparare nuovi modi di relazionarsi con gli ostacoli che si incontrano. Aiutiamo le persone a:

  • formulare e raggiungere obiettivi
  • aumentare l'autostima e la fiducia in se stessi
  • prepararsi ad un cambio di ruolo professionale
  • gestire stress ed emozioni
  • superare conflitti interiori
  • prendere decisioni
  • gestire i conflitti interpersonali
  • aumentare il benessere personale
  • ritrovare un senso nella vita e nel lavoro
  • superare momenti difficili
  • migliorare le relazioni interpersonali
  • migliorare le performance professionali
  • aumentare la produttività
  • proseguire il percorso di evoluzione e crescita nella propria vita personale o professionale


Nome

ACT e Mindfulness,15,coaching e crescita professionale,32,counseling e crescita personale,37,eventi e news,31,PNL,27,PNL Apps,19,PNL Meta,17,problem solving e obiettivi,22,
ltr
item
Pragmatica-mente: Coaching e Counseling a Bologna: Per raggiungere gli obiettivi evitate questi errori!
Per raggiungere gli obiettivi evitate questi errori!
Per raggiungere i nostri obiettivi è fondamentale formularli in modo corretto, altrimenti non possono essere raggiunti.
https://4.bp.blogspot.com/-Amq9WhJxbJk/WMbEYSUfvOI/AAAAAAAAS2E/35xEGjrcyHY98kumtIwCvpvzcnBz54dEwCLcB/s400/Goal.jpg
https://4.bp.blogspot.com/-Amq9WhJxbJk/WMbEYSUfvOI/AAAAAAAAS2E/35xEGjrcyHY98kumtIwCvpvzcnBz54dEwCLcB/s72-c/Goal.jpg
Pragmatica-mente: Coaching e Counseling a Bologna
https://www.pragmatica-mente.com/2014/12/ecologia-degli-obiettivi.html
https://www.pragmatica-mente.com/
https://www.pragmatica-mente.com/
https://www.pragmatica-mente.com/2014/12/ecologia-degli-obiettivi.html
true
6354308452151375362
UTF-8
Loaded All Posts Not found any posts TUTTI I POST Continua a leggere Rispondi Cancella la risposta Delete By Home PAGES POSTS Tutti i Post POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: ARGOMENTI ARCHIVE SEARCH ALL POSTS Non trovato nessun post Torna alla Home Domenica Lunedi Martedi Mercoledi Giovedi Venerdi Sabato Dom Lun Mar Mer Gio Ven Sab Gennaio Febbraio Marzo Aprile Maggio Giugno Luglio Agosto Settembre Ottobre Novembre Dicembre Gen Feb Mar Apr Maggio Giu Lug Ago Set Ott Nov Dic proprio ora 1 minuto fa $$1$$ minutes ago 1 ora fa $$1$$ hours ago Ieri $$1$$ days ago $$1$$ weeks ago più di 5 settimane fa Followers Follow THIS PREMIUM CONTENT IS LOCKED STEP 1: Share to a social network STEP 2: Click the link on your social network Copy All Code Select All Code All codes were copied to your clipboard Can not copy the codes / texts, please press [CTRL]+[C] (or CMD+C with Mac) to copy